Tag Archive

Tag Archives for " agenzie immobiliari "

Al lavoro dovresti fare solo quello che ti piace! Sai chi fa il resto?

Fare solo quello che piace al lavoro: per molti un sogno, per altri una realtà, per altri ancora l’unico modo di far funzionare la propria attività e far crescere la propria azienda. Per alcuni altri è solo una cosa impossibile… allora proprio tu, continua a leggere e capirai perchè non solo è possibile fare solo quello che ti piace, ma è anche necessario per la tua attività!

Tutti abbiamo qualcosa, nel nostro lavoro, che ci piace davvero fare, e altre cose che, diciamolo chiaramente, non le sopportiamo proprio.

Cosa ti piace fare al lavoro? ecco alcune cose interessanti:

  • chiudere una trattativa
  • incassare il pagamento del lavoro 🙂
  • usare la tua competenza per fare la differenza
  • imparare nuove cose specifiche al tuo settore
  • connetterti con persone che hanno i tuoi stessi valori e passioni

Cosa non ti piace fare? ecco una lista di cose che vorremmo spesso demandare volentieri:

  • Contattare nuovi potenziali clienti
  • rispondere sempre alle stesse domande base all’inizio di un contatto
  • filtrare quelli che sono davvero interessati ai tuoi servizi e lasciar perdere il resto
  • perdere tempo a cercare dati e numeri da comunicare al tuo cliente
  • dover essere sempre disponibile alle richieste e alle domande, perchè ogni lasciata è persa

Chi ha un’attività di successo è riuscito a creare un sistema dove può fare solo quello che gli piace, perchè sono le cose in cui riusce bene, in cui è portato e, la maggior parte delle volte, sono attività legate ai propri talenti, a quello che ci piace fare e relativo alle competenze che abbiamo sviluppato e in cui facciamo davvero la differenza!

Come scartare il resto, come evitare di dover essere sempre raggiungibile, e potersi concentrare su quello che, secondo la Legge di Pareto, con il 20% di sforzo ci porta l’80% dei risultati?

Beh ti propongo due alternative, con praticamente gli stessi vantaggi, ma molto diverse tra di loro, che possono fare davvero la differenza se vuoi crescere nel tuo business e aumentare la qualità della tua vita e la tua produttività nel posto di lavoro.

Alla prima soluzione forse hai già pensato leggendo le righe precedenti dell’articolo, e sai già cosa comporta… eh si, puoi assumere qualcuno che faccia le cose che non ti piace fare, con i pro e i contro che ne conseguono, in particolare mi voglio soffermare sui contro, cose come i costi collegati, l’apprendimento necessario, le possibile problematiche umane e… il fatto che non risolve comunque tutti i tuoi problemi, perchè ad esempio chi arriva non potrà essere sempre disponibile, costringendo te comunque ad essere presente, raggiungibile.

Seconda soluzione: un sistema intelligente (si si, di quelli che sfruttano l’intelligenza artificiale), che funzioni da risponditore automatico non solo ai contatti, ma ai nuovi clienti, alle richieste di numeri e cose che devi fare, ai ricontatti dei clienti, al fissare appuntamenti, a filtrare gli annoiati che ti contattano ma non faranno mai nulla con te.

Siamo così immersi nelle nostre attività che siamo sicuri di riuscire a riconoscere gli elementi che ci fanno perdere tempo nel business, ma a forza di lavorare NELLA tua attività non fai alto che smettere di lavorare PER la tua attività. Non è ora di smettere di comprasi un lavoro e iniziare a fare a differenza nella propria attività, nel proprio settore, per la propria soddisfazione e la possibilità di aiutare realmente i propri clienti?

Fare quello che ti piace al lavoro, e quello su cui riesci a fare la differenza non è una questione di voglia o desiderio, ma una necessità. Quanto tempo dedichi alla crescita del tuo business, della tua azienda, dei tuoi clienti? Troppo spesso quello che percepiamo come noioso, non importante, collaterale, è poi ciò che rimandiamo fino alle scadenze, mettendoci in una condizione di correre continuamente facendo le cose urgenti, tenendoci impegnati, e non dedicando il nostro tempo e le nostre energie a quello che è davvero importante, il nostro business.

 

Agenzie immobiliari e presenza sui social, creare clienti ed essere sempre disponibili

Spesso le agenzie immobiliari e i consulenti del mattone non sono molto amici dei social network quando si parla di promuovere e dare visibilità alla proprie proposte, e anche per quanto riguarda la ricerca di nuovi clienti e nuovi mandati.

Agenzie immobiliari, social network, Facebook

Ci sono diverse ragione per cui le agenzie immobiliari hanno questo approccio, molto spesso è legato ad un passato di prove (forse approssimative vista la vastità dei social network) che hanno portato pochi risultati.
Certo indubbiamente i social network come Facebook e Instagram richiedono tempo e budget per essere approcciati correttamente e “convertire” in modo adeguato, ma cosa può fare un’agenzia immobiliare per sfruttare con successo Facebook?

Sicuramente uno degli aspetti dei social network che attirano di più è la possibilità di creare un vero e proprio rapporto, anche se virtuale, con il proprio cliente, o in fase preliminare con il contatto che si cerca di raggiungere, e come si può costruire questo rapporto e mantenerlo vivo nel tempo?
Per chi si occupa di social network e conversione la risposta più ovvia potrebbe essere: utilizzando FB Messenger.

Agenzie immobiliari, automazione e Chatbot su Messenger

Messenger, il sistema di messaggistica di FB è uno strumento su cui Facebook stessa sta puntando molto, molto  stato fatto e molto è ancora in corso per permettere maggiore interattività e dare strumenti ancora più potenti a chi lo utilizza per il business.

Lo strumento più potente da poter collegare a Messenger è senza dubbio il Chatbot, ossia uno di quei programmi che vengono creati e collegati alla messaggistica di una pagina FB, proprio come quella classica di un’agenzia immobiliare… come può quindi un Chatbot essere di aiuto per creare nuovi clienti e mantenere e consolidare un rapporto con i propri clienti? Vediamolo insieme:

  1. Rispondere h24 alle domande più comuni dei clienti: cosa succede se un cliente o un potenziale cliente vuole avere delle informazioni riguardo l’agenzia immobiliare o un immobile specifico che ha visto online? non parliamo di email, sempre meno usate, ma parliamo quindi di telefono o messaggio. Se vogliamo risparmiare un po’ di tempo e se vogliamo filtrare il turista immobiliare il telefono non è il sistema migliore, per cui il messaggio diventa un ottimo candidato. Qualche sito ha il sistema di chat, quella finestrella in basso a destra della pagina per chiedere supporto, ma spesso le risposte arrivano fortemente in ritardo, e anche i messaggi su Facebook spesso non sono risposti per lungo tempo, allontanando il contatto. Ecco che un Chatbot può rispondere, in entrambi i contesti, in modo automatico.. si, intendo completamente automatico! può farlo sia facendo delle domande guida alla persona, o riconoscendo la sua domanda. In questo modo a qualsiasi ora del giorno e della notte il contatto può avere risposta su orari, indirizzi, condizioni o altro.
  2. Aggiornare i clienti su nuove proposte immobiliari: mandate ancora le proposte immobiliari SOLO via email? sapete cosa succede? si che lo sapete, le risposte o i riscontri sono così bassi che spesso, se volete fare le cose bene, dovete chiamare i clienti per presentare l’immobile o chiedere se lo hanno visto. Il tasso di lettura di una email varia tra il 5% e il 20% (quando siete fortunatissimi), portandovi letteralmente via le chance di raggiungere il cliente. Il tasso di lettura dei messaggi inviati da un Chatbot su Messenger vanno dal 60% al 90%, e il tempo di lettura è molto inferiore alle email (circa 30 minuti) e la condivisione diventa molto semplice perchè i contatti di Messenger sono quelli che vengono usati quotidianamente.
  3. Prequalifica: per velocizzare i tempi di risposta basta indirizzare il proprietario su un questionario gestito dal chatbot, su Messenger. In base alle risposte del proprietario il chatbot indirizza la chat a uno degli agenti disponibili secondo le regole impostate, sempre via chat o attivando una chiamata telefonica.
  4. Ora che si lavora meglio, fai leva: ora che alcuni flussi all’interno dell’azienda sono migliorati, alcuni tempi si sono ridotti e hai filtrato i turisti immobiliari, sai che ogni attività che farai di marketing avrà anche il suo equivalente su Messenger, perchè una procedura che funziona la puoi moltiplicare e continuerà a funzionare, mentre un flusso che ruba tempo, se moltiplicato, ne ruberà ancora di più… ecco perchè non riesci a crescere!
  5. Il vantaggio migliore: gli utenti che hanno interagito con un Chatbot saranno sempre raggiungibili con un messaggio, quando vuoi. Si esatto, come le email, con la differenza che il chatbot sa a chi scrivere in base ai messaggi scambiati, al segmento di pubblico in cui il Chatbot ha inserito il cliente, e in base al target della tua azione di marketing, sempre con le altissime percentuali di lettura della messaggistica istantanea.

Vuoi provare alcuni automatismi che può offrire un Chatbot nel settore immobiliare e le sue integrazioni? Prova la demo qui sotto: